Home Chi siamo Rinoceronte Rubriche Notizie Puntine Calendario O.N.TheRoad

Un mondo di scuse

A che punto scusarsi diventa un atto privo di significato?

“Scusa”
Una parola molto semplice, che contiene tante sfumature diverse.
Può venire dal cuore oppure può essere pronunciata con leggerezza.
C'è chi si scusa troppe volte e chi non lo fa mai abbastanza, nemmeno quando dovrebbe.
Quanti sono i modi che conoscete per chiedere perdono in italiano? Forse una decina: “perdonami” “mi dispiace” tra i più utilizzati.

In giapponese credo ce ne siano almeno venti.
Per ogni situazione, per ogni errore, tantissime forme differenti dello stesso concetto. Passano metà del loro tempo a scusarsi.
In alcuni casi, in cui normalmente gli Italiani ringraziano, i Giapponesi si scusano.

ごめん - gomen-   (e nella sua versione  più educata ごめんなさい -gomenasai- o in quella più amichevole ごめんね -gomen ne-) che si usa più in generale.
悪い - warui – che è un po' come dire “colpa mia”, utilizzando l'aggettivo “cattivo”.
E poi  申し訳ない -mōshiwakenai- , 合わせる顔がない -awaserukaoganai- , 弁解の余地がない -benkainoyochiganai-,  失礼します -shitsureishimasu- e 失礼いたします -shitsureiitashimasu-, tra versioni formali,  da manuale, alcune utilizzate perché si deve, non perché si sente.
許して 下さい -yurushitekudasai- perdonami.
すみません -sumimasen-,  che utilizzi anche quando devi passare e una persona ti blocca la via, o per attirare l'attenzione in un locale affollato.

Si potrebbe andare avanti ancora a lungo.
Molte volte quando si sentono alcune formule non le si ascolta neanche davvero, ben consci che in realtà siano solo una delle infinite formalità della cultura giapponese che ovviamente si riflette sulla lingua (o viceversa?!).
Altre volte si vengono a creare delle situazioni, legate alle scuse pubbliche, che per noi avrebbero quasi dell'assurdo.
Nell'agosto del 2016 ero in Giappone e c'è stato un caso che ha occupato i notiziari e ogni canale televisivo per settimane e settimane.
Takahata Yūta, attore figlio d'arte, allora 22enne, ha trascinato un'impiegata di un hotel nella sua stanza e l'ha aggredita.
In seguito la madre, Takahata Atsuko, si è presentata abbigliata di nero davanti a fotografi e giornalisti inchinandosi in lacrime, scusandosi ripetutamente per gli atti del figlio.
Si è presa pubblicamente una buona parte di colpa.
Ho perso il conto di quante volte ho rivisto quella scena, nelle settimane che sono rimasta lì.
E ogni volta non riuscivo a staccare gli occhi dallo schermo.
Non so se quelle lacrime fossero vere o artefatte, così come le scuse, ma il gesto è stato compiuto.
È corretto? Non saprei dirlo.
Il genitore è responsabile della crescita di un figlio, della sua educazione, è tenuto a cercare di essere il più retto possibile per poter dare un esempio. In alcuni casi, badate bene a non generalizzare eccessivamente o ad esagerare, la causa di determinati atteggiamenti scorretti viene dalle mancanze del genitore.
Ma i figli rimangono esseri umani, ognuno a sé stante, ognuno in grado di prendere le proprie decisioni e di fare delle scelte.
L'equilibrio è instabile, il confine molto sottile.



Cercando altri casi ho scoperto che Takahata non è stata la prima e nemmeno la più particolare. 
Il Japan times informa che nel giugno dello stesso anno, l'attrice Takashima Reiko si è pubblicamente scusata perché il marito, Takachi Noboru, è stato trovato in possesso di droghe e di conseguenza arrestato.
Ecco questa è, a mio avviso, completamente inaccettabile. 
Era imputabile di essere sua moglie e per questo chiedeva perdono davanti al Giappone.
Non si tratta di uno scherzo.
Gli estremi cui sono in grado di arrivare, a volte, sbalordiscono.
In altri casi genitori si sono presi le colpe dei figli, allontanandosi volontariamente dal mondo dello spettacolo per qualche periodo.
Un senso di colpa, credo, nei confronti della società e delle regole ferree di cui è formata. Si va così a tradire tutto un sistema che si basa sulla correttezza del singolo, una macchina perfetta che crolla nel momento in cui non tutti cooperano nella maniera adeguata.
A meno che, ovviamente, non sia un modo per dire che in realtà non è colpa loro.
Ammettere in modo plateale uno sbaglio per far si di uscirne puliti.
Credo che sarebbe ancor più terrificante.

See you space cowboy

Venite con me in Giappone, quest'estate! Seguite questo link per saperne di più! 

Commenti (0)

Edizione 2018
Edizione 2017
Edizione 2016
Edizione 2015
Edizione 2014
Edizione 2013
Edizione 2012
di Monica Fumagalli

La rabbia (mal gestita) dei Giapponesi

Uno dei principali problemi del popolo giapponese è che non è abituato a gestire un conflitto in maniera aperta e [...]

6 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Karōshi: morti senza poter vivere

La morte per troppo lavoro colpisce il Giappone come una piaga da circa quarant'anni

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

The Idol Thesis

Il tentativo di spiegare il comportamento del pubblico maschile giapponese nei confronti delle giovani idol

5 2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Non ti scordar di lei

Un'autrice che in Italia non molti conoscono, ma che ha molto da dire.

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Mancia? No grazie!

Come comportarsi, in Giappone, in merito alle mance

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il primo passo nel 2018

Tra santuari, izakaya e bancarelle di cibo da strada

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Top 5 (+1): Le fiere più famose del Giappone

In vista di Lucca Comics and Games, una lista di fiere a cui partecipare in Giappone

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Vita da cani, in Giappone

Calo delle nascite e animali da compagnia trattati come bambini, da cosa è dovuto?

2 1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Quattro stagioni, quattro mondi diversi

Il Giappone visto attraverso primavera, estate, autunno e inverno

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Andiamo ad abitare in un parco a tema

Da Line allo Studio Ghibli, i luoghi in cui andare a divertirsi

1 2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Una donna per il trono

La principessa Mako e le polemiche per la successione

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Una colonna sonora per le nostre vite

Avere una colonna sonora sicuramente aiuterebbe molto, nella vita di tutti i giorni. Sapremmo quando sta per succedere qualcosa di [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un passo alla volta

Lo stupore (e un po' di segreto senso di rivincita) nel trovare un difetto nella perfezione della bellezza giapponese

6 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Una festa delle bambole per allontanare la disarmonia

Quando non si distinguono più i confini tra realtà e artefatto

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Seguendo un sottile filo rosso

Chi crede all'esistenza dell'anima gemella?

5 1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Kotatsu, mandarini e qualche film

Piccole grandi perle della cinematografia giapponese

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Buon Natale... Giapponese

Come e perché i Giapponesi festeggiano il Natale

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Da Lucca a Kyoto

La percezione dell'Italia da parte dei Giapponesi

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

La verità in un sorriso

Quanto è reale la gentilezza dei Giapponesi?

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il tuo nome...

Tra cinema e viaggi di Nerd senza frontiere

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Allerta suicidi, anche i social collaborano.

È arrivata l'estate!!All'inizio avevo pensato di raccontarvi delle scorpacciate d'anguria, delle feste in yukata e dei matsuri cui ho partecipato [...]

2 1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Comfort Women: quando la verità è scomoda

Gli echi della Seconda Guerra Mondiale non si sono ancora spenti

5 4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Questione di percezione... o sono solo stereotipi?

Qualche anno fa stavo camminando sulla spiaggia di Miyajima, un'isola sacra poco distante da Hiroshima. D'un tratto alcuni ragazzini giapponesi [...]

3 2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un pensiero, una parola

Se potessimo condensare i nostri pensieri in un unica parola?

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Foglie di tè

Parliamo della cerimonia Giapponese e del suo arrivo in Italia.

1 1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Anime che un otaku dovrebbe vedere

Quali sono gli anime che un otaku dovrebbe vedere?

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Top 5: i luoghi del Giappone che non vorremmo che Godzilla distruggesse

la classifica dei luoghi del Giappone che non vorremmo che Godzilla distruggesse

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Quell'impagabile espressione

Chi di voi vorrebbe andare in Giappone?

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

2014: l'anno del Cavallo

Come molti sanno, l'astrologia giapponese, basata su quella cinese, differisce dalla nostra. Uno dei cicli su cui si basa è [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un viaggio senza ritorno nel trash giapponese

Ho sempre avuto una certa vena trash che, silenziosa, mi scorreva sottopelle. Veniva nutrita da qualche immagine ogni tanto, da [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Non si smette mai di viaggiare

Ormai sono giù passati quasi due mesi dal viaggio in Giappone di Nerd senza frontiere e Orgoglio Nerd insieme a [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Nerd Senza Frontiere 2013: non vorrai più tornare indietro

Ero in aeroporto, il 24 di settembre, e stavo aspettando l'arrivo dei partecipanti al viaggio organizzato in collaborazione con Blueberry [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

La baia dove muoiono i delfini

Io amo il Giappone. Sono cresciuta con anime e manga che mi hanno fatta ridere e commuovere, che mi hanno [...]

5 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Onigiri senza frontiere

Un giorno, quasi per caso, ti imbatti in una cultura completamente diversa dalla tua. Accade perché hai letto uno strano [...]

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il peso dei sogni

Oggi voglio parlare di shōjo, ma non di quelli melensi, che ti fanno cadere le ginocchia e venire il diabete [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un luogo cui tornare

Del terremoto e del conseguente tsunami del 2011 in Giappone se ne è parlato molto e se ne è scritto [...]

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Non accettate caramelle dagli sconosciuti

Quando ancora non sapevo che Miike Takashi sarebbe diventato uno dei registi giapponesi che preferisco, seguendo un impulso che a [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Risposte agli Otaku: i ramen Calibro 38

Scusa per il disturbo,Monica mi chiamo Giangiacomo e volevo sapere se oltrealla ricetta per gli Onigiri Calibro 38,che spero un [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Risposte agli Otaku: Quale è il miglior Manga per cominciare?

Ciao Monica, Mi chiamo Alice e ho ventidue anni. Non mi definirei otaku al 100%, piuttosto discretamente otaku e ora a [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Risposte agli Otaku: chi sarà l'erede di Dragon Ball?

Ciao Monica E' tipo la prima volta che scrivo una lettera in stile Top Girl! Comunque, mi chiamo Monica anche io [...]

10 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il boss degli onigiri: la ricetta calibro 38.

Poiché svetta con arroganza nel titolo della mia rubrica ed è uno spuntino fondamentale nella dieta dei Giapponesi mi pare [...]

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Hey sexy lady! Gangnam Style!

Prima di tutto oggi inauguriamo, non ufficialmente (ve ne accorgerete quando ne parlaremo seriamente), la pagina facebook dedicata alla mia [...]

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Alla luce dell'Orsa Maggiore

Il ventunesimo secolo è il periodo della computer grafica usata anche per fare i fazzoletti di carta e i tavoli, [...]

1 Onigiri Calibro 38
 
di Monica Fumagalli

Il kawaii non ha più confini

"Caro Babbo Natale, visto che quest'anno sono stata buona vorrei tanto che mi portassi come regalo..." Sì, lo so, sono un [...]

3 Onigiri Calibro 38
 
di Monica Fumagalli

The Beginning

So che state guardano il titolo qui sopra chiedendovi dove siete capitati e soprattutto cosa state leggendo. Questa rubrica, il cui [...]

Onigiri Calibro 38