Home Chi siamo Rinoceronte Rubriche Notizie Puntine Calendario O.N.TheRoad

Vita da cani, in Giappone

Calo delle nascite e animali da compagnia trattati come bambini, da cosa è dovuto?

Tra le varie stranezze che si possono annoverare riguardo la popolazione giapponese ne ho scelta una oggi che è emblematica di un ipotetico problema di fondo.
Poi ovviamente dipende sempre dai punti di vista.

In Giappone non è strano incontrare donne di tutte le età con passeggini al seguito. 
E cosa ci sarà mai di assurdo, mi direte voi.
Vero, a parte il fatto che all'interno, dove normalmente vi aspettereste di trovare un neonato, c'è un cane.
O più cani.

La percentuale di probabilità di vedere un bambino in una carrozzina è così bassa che una volta, una ragazza, durante uno dei tour, mi si è avvicinata: “Ma... quella donna sta portanto in giro un bambino e non un cane! Non me lo aspettavo!” con un genuino stupore nella voce.

“Non me lo aspettavo!”

Sul momento viene da ridere, ma poi a pensarci è quasi agghiacciante.
Altri invece mi dicono “Ma non vedo cani in giro, non è che se li mangiano?”. No, il cane non è generalmente nella dieta di un Giapponese, ma se non li vedete è perchè non li cercate nei passeggini.
Inoltre non vanno molto “ di moda” quelli di taglia grande perchè sono meno carini e perchè occupanno troppo spazio, in un mondo in cui a malapena c'è un quadrato di cemento per un essere umano.

Le stime, secondo il The Guardian, vedono 22 milioni di animali da compagnia contro i 16 milioni e mezzo di figli sotto i 15 anni. 
Inoltre spendono cifre esorbitanti anche solo per prendersi cura di loro, acquistando abiti griffati (sì ci sono abitini di Dior e Chanel anche per i cani), cibi particolarmente pregiati, ninnoli di ogni tipo e trattamenti costosissimi nei saloni di bellezza. Viene loro acconciato il pelo con pizzi e trine e a volte addirittura venogno dipinte loro le unghie!
Più di una volta mi è capitato di imbattermi in negozi di articoli per animali la cui vetrina mi ha lasciata interdetta per almeno 5 minuti. Occhiali da sole, abiti da ninja o samurai, collarini con diamantini, maschere da wrestler (seriamente??!), cose che nemmeno gli esseri umani indosserebbero.

Per chi non fosse ancora abbastanza colpito vi dirò che esistono perfino onsen, i bagni tarmali, solo per cani. Non luoghi in cui si può entrare con gli animali (che se proprio proprio vogliamo potrebbe essere anche comprensibile, nel caso il mercato lo richieda e vi siano cartelli che lo specificano) ma fatte apposta per loro.

Quindi sebbene il governo cerchi di spingere la popolazione ad avere figli, sebbene ci siano paesi che si svuotano perchè non nascono pargoli, i Giapponesi preferiscono prendersi un animale da compagnia.



Qual è davvero la situazione? Perchè c'è questa preferenza quasi ossessiva? 
Non vorrei essere troppo estrema ma credo dipenda sempre dal fatto che è più facile interagire con un animale rispetto al mettersi in gioco e “rischiare la faccia” in un rapporto con un altro essere umano.
Rifiuto, disagio, imbarazzo, vergogna, tutte portate all'eccesso.
Oppure semplicemente un'incredibile pigrizia mentale?




Parlando di Giappone, non perdetevi il mio giappotour di capodanno, per vedere com'è da quelle parti d'inverno. 
Per maggiori informazioni leggete qui.

Per qualsiasi curiosità e domanda non dovete far altro che mandarmi una mail al mio indirizzo: onigiricalibro38@orgoglionerd.it oppure scrivetemi un pm sulla mia pagina facebook Onigiri Calibro 38

See you space cowboy!

Commenti (1)

Gianpiero Felace
17/12/2017 20:49:43 (modificato 17/12/2017 20:54:17)
Partendo dalla mia assoluta ignoranza delle riforme attuate dal governo Giapponese in materia di aumento delle nascite (ed il loro più che probabile fallimento), personalmente non ci vedo nessun problema nella scelta di un cane o qualsiasi altro animale, rispetto ad un bambino. Innanzitutto sono due esseri per lo più divergenti: un cane è indubbiamente più semplice da allevare rispetto ad un neonato/bambino, ed anche preferito per via di alcune caratteristiche come il pelo, il muso, e via discorrendo. Il bambino richiede cure superiori per via dell'inettitudine che ci contraddistingue sin dai primi mesi di vita, assieme all'allattamento ogni tot ore, cambio pannolini, notti insonni, ed altre cose belle che si ripercuotono, per la maggior parte, sulle spalle femminili, visto il grosso divario tra i generi che ancora affligge il Giappone.

Arrivarci, poi, al matrimonio. Lasciamo per un momento da parte i mille problemi di approccio che si creano quando, appunto, ci si approccia al genere opposto, visto che non si parla di una condizione comune, ma personale. Trovare la persona giusta, stabilirsi in una coppia fissa, sposarsi, trovare casa (non sempre abbastanza grande per un bambino) sono ostacoli considerevoli, e non sempre si è pronti ad affrontarli (anche se va detto che se mai si comincia, mai si finisce).

Infine, il sunto di tutto ciò è che nella società odierna dove la donna, prima vista esclusivamente come Madre, assume un ruolo sempre più "insubordinante" in un paese ancora parecchio sessista, portando ad avere problemi a trovare un compagno decente. Ma nonostante ciò, da quello che ho capito nell'articolo, dove viene fatto notare che “Ma... quella donna sta portanto in giro un bambino e non un cane! Non me lo aspettavo!”, è più probabile che ci si trovi davanti una donna nella sopra citata combinazione, andando a dimostrare che esse cerchino una sorta di compensazione.
Mettendo da parte tutto, vorrei lasciare un punto di vista molto personale. Ho vissuto in una famiglia dove nonostante non mi sia mancato mai nulla di necessario, senza mezzi termini, sono stato un imprevisto. Crescendo mi sono reso conto di quanto un figlio, se non programmato, sia effettivamente pesante da gestire, portando una serie di problemi del tutto evitabili sia ai genitori che al bambino. Perciò, sostegno che un figlio debba essere prima di tutto voluto, anche meglio se programmato, altrimenti, se non ci si sente all'altezza (e si ha tutto il sacrosanto diritto di non sentirsi) meglio prendere un animale o una pianta, almeno si eviterebbero problemi più gravi.
Edizione 2018
Edizione 2017
Edizione 2016
Edizione 2015
Edizione 2014
Edizione 2013
Edizione 2012
di Monica Fumagalli

Una notte in Giappone: 5+1 opzioni da scoprire

Come passare una serata divertente in Giappone? Te lo dice Monigiri!

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Estate in Giappone? 5+1 motivi per partire

Affrontare il caldo per scoprire momenti indimenticabili

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

La rabbia (mal gestita) dei Giapponesi

Uno dei principali problemi del popolo giapponese è che non è abituato a gestire un conflitto in maniera aperta e [...]

7 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Karōshi: morti senza poter vivere

La morte per troppo lavoro colpisce il Giappone come una piaga da circa quarant'anni

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un mondo di scuse

A che punto scusarsi diventa un atto privo di significato?

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

The Idol Thesis

Il tentativo di spiegare il comportamento del pubblico maschile giapponese nei confronti delle giovani idol

5 2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Non ti scordar di lei

Un'autrice che in Italia non molti conoscono, ma che ha molto da dire.

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Mancia? No grazie!

Come comportarsi, in Giappone, in merito alle mance

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il primo passo nel 2018

Tra santuari, izakaya e bancarelle di cibo da strada

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Top 5 (+1): Le fiere più famose del Giappone

In vista di Lucca Comics and Games, una lista di fiere a cui partecipare in Giappone

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Quattro stagioni, quattro mondi diversi

Il Giappone visto attraverso primavera, estate, autunno e inverno

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Andiamo ad abitare in un parco a tema

Da Line allo Studio Ghibli, i luoghi in cui andare a divertirsi

1 2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Una donna per il trono

La principessa Mako e le polemiche per la successione

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Una colonna sonora per le nostre vite

Avere una colonna sonora sicuramente aiuterebbe molto, nella vita di tutti i giorni. Sapremmo quando sta per succedere qualcosa di [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un passo alla volta

Lo stupore (e un po' di segreto senso di rivincita) nel trovare un difetto nella perfezione della bellezza giapponese

6 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Una festa delle bambole per allontanare la disarmonia

Quando non si distinguono più i confini tra realtà e artefatto

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Seguendo un sottile filo rosso

Chi crede all'esistenza dell'anima gemella?

5 1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Kotatsu, mandarini e qualche film

Piccole grandi perle della cinematografia giapponese

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Buon Natale... Giapponese

Come e perché i Giapponesi festeggiano il Natale

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Da Lucca a Kyoto

La percezione dell'Italia da parte dei Giapponesi

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

La verità in un sorriso

Quanto è reale la gentilezza dei Giapponesi?

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il tuo nome...

Tra cinema e viaggi di Nerd senza frontiere

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Allerta suicidi, anche i social collaborano.

È arrivata l'estate!!All'inizio avevo pensato di raccontarvi delle scorpacciate d'anguria, delle feste in yukata e dei matsuri cui ho partecipato [...]

2 1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Comfort Women: quando la verità è scomoda

Gli echi della Seconda Guerra Mondiale non si sono ancora spenti

5 4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Questione di percezione... o sono solo stereotipi?

Qualche anno fa stavo camminando sulla spiaggia di Miyajima, un'isola sacra poco distante da Hiroshima. D'un tratto alcuni ragazzini giapponesi [...]

3 2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un pensiero, una parola

Se potessimo condensare i nostri pensieri in un unica parola?

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Foglie di tè

Parliamo della cerimonia Giapponese e del suo arrivo in Italia.

1 1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Anime che un otaku dovrebbe vedere

Quali sono gli anime che un otaku dovrebbe vedere?

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Top 5: i luoghi del Giappone che non vorremmo che Godzilla distruggesse

la classifica dei luoghi del Giappone che non vorremmo che Godzilla distruggesse

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Quell'impagabile espressione

Chi di voi vorrebbe andare in Giappone?

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

2014: l'anno del Cavallo

Come molti sanno, l'astrologia giapponese, basata su quella cinese, differisce dalla nostra. Uno dei cicli su cui si basa è [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un viaggio senza ritorno nel trash giapponese

Ho sempre avuto una certa vena trash che, silenziosa, mi scorreva sottopelle. Veniva nutrita da qualche immagine ogni tanto, da [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Non si smette mai di viaggiare

Ormai sono giù passati quasi due mesi dal viaggio in Giappone di Nerd senza frontiere e Orgoglio Nerd insieme a [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Nerd Senza Frontiere 2013: non vorrai più tornare indietro

Ero in aeroporto, il 24 di settembre, e stavo aspettando l'arrivo dei partecipanti al viaggio organizzato in collaborazione con Blueberry [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

La baia dove muoiono i delfini

Io amo il Giappone. Sono cresciuta con anime e manga che mi hanno fatta ridere e commuovere, che mi hanno [...]

5 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Onigiri senza frontiere

Un giorno, quasi per caso, ti imbatti in una cultura completamente diversa dalla tua. Accade perché hai letto uno strano [...]

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il peso dei sogni

Oggi voglio parlare di shōjo, ma non di quelli melensi, che ti fanno cadere le ginocchia e venire il diabete [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un luogo cui tornare

Del terremoto e del conseguente tsunami del 2011 in Giappone se ne è parlato molto e se ne è scritto [...]

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Non accettate caramelle dagli sconosciuti

Quando ancora non sapevo che Miike Takashi sarebbe diventato uno dei registi giapponesi che preferisco, seguendo un impulso che a [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Risposte agli Otaku: i ramen Calibro 38

Scusa per il disturbo,Monica mi chiamo Giangiacomo e volevo sapere se oltrealla ricetta per gli Onigiri Calibro 38,che spero un [...]

Onigiri Calibro 38
 
di Monica Fumagalli

Risposte agli Otaku: Quale è il miglior Manga per cominciare?

Ciao Monica, Mi chiamo Alice e ho ventidue anni. Non mi definirei otaku al 100%, piuttosto discretamente otaku e ora a [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Risposte agli Otaku: chi sarà l'erede di Dragon Ball?

Ciao Monica E' tipo la prima volta che scrivo una lettera in stile Top Girl! Comunque, mi chiamo Monica anche io [...]

10 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il boss degli onigiri: la ricetta calibro 38.

Poiché svetta con arroganza nel titolo della mia rubrica ed è uno spuntino fondamentale nella dieta dei Giapponesi mi pare [...]

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Hey sexy lady! Gangnam Style!

Prima di tutto oggi inauguriamo, non ufficialmente (ve ne accorgerete quando ne parlaremo seriamente), la pagina facebook dedicata alla mia [...]

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Alla luce dell'Orsa Maggiore

Il ventunesimo secolo è il periodo della computer grafica usata anche per fare i fazzoletti di carta e i tavoli, [...]

1 Onigiri Calibro 38
 
di Monica Fumagalli

Il kawaii non ha più confini

"Caro Babbo Natale, visto che quest'anno sono stata buona vorrei tanto che mi portassi come regalo..." Sì, lo so, sono un [...]

3 Onigiri Calibro 38
 
di Monica Fumagalli

The Beginning

So che state guardano il titolo qui sopra chiedendovi dove siete capitati e soprattutto cosa state leggendo. Questa rubrica, il cui [...]

Onigiri Calibro 38