Home Chi siamo Rinoceronte Rubriche Notizie Puntine Calendario AS: Card Game O.N.TheRoad Calendario UglyDuckling

Super Mario: L'evoluzione di un'icona

A un mese esatto dall'uscita di Super Mario Odyssey analizziamo l'evoluzione dell'idraulico dalla sua nascita fino ad oggi

Super Mario è un personaggio iconico per quanto riguarda tutto il mondo dei videogiochi, tanto che quando si parla in modo generale di questo tema non è raro trovare una sua immagine a rappresentanza della categoria. Sin dalla sua prima comparsa, quando ancora non andava a caccia di monete e stelle preferendo vedersela piuttosto con barili e scimmie, Mario era sì parecchio apprezzato, ma il suo personaggio non era ancora veramente famoso. La svolta avvenne nel 1985 quando sul NES uscì Super Mario Bros, uno dei platform più apprezzati e giocati di tutti i tempi. Da allora Mario si trasformò in un’icona che tutt'oggi è ancora amata come il primo giorno, ma questo amore verso il personaggio non è certo frutto del mero attaccamento alla nostalgia del passato, un amarcord per gli anni ottanta che in questo periodo sembra prevalere nel mondo dell’intrattenimento. No, Mario non è mai rimasto ancorato al passato, anzi, è cresciuto man mano che il mondo dei videogiochi cambiava, adattandosi ad ogni generazione e portando non solo ogni volta una grande dose di innovazione nella sua categoria d’appartenenza (il platform), ma riuscendo anche a regalarci ottimi titoli con lui protagonista anche in altri campi. Soprattutto ci è riuscito rimanendo sempre fedele a sé stesso: ogni cambiamento, infatti, non ha mai sconvolto il personaggio. Super Mario incarna perfettamente lo spirito del media videogioco, sempre in continua evoluzione con l’obbiettivo di far divertire il suo pubblico ogni volta di più.   A fine ottobre è uscito Super Mario Odyssey, e ancora una volta il personaggio è riuscito a stupirci con un gameplay divertente e innovativo, lasciando per l’ennesima volta la sua impronta nella storia dei videogiochi. Super Mario Odyssey non è stato tuttavia il primo caso di rivoluzione che il personaggio ha portato, ma anzi, i casi sono stati tanti. In questa nostra top abbiamo voluto scegliere un gioco per decade, partendo dagli anni ’80, per riflettere su come il  nostro amato idraulico (ora ex, stando alle ultime notizie) sia sempre riuscito a rinnovare sé stesso e di conseguenza il settore videoludico stesso. Ovviamente abbiamo tralasciato il primo Super Mario Bros, perché lo consideriamo il punto d’inizio. Dunque vi lasciamo alle nostre posizioni e vi passiamo la palla: diteci voi qual è il gioco di Mario che più vi è rimasto nel cuore. 
Testi a cura di: Silvio “Shiruz” Mazzitelli, Francesca Menta, Daniele Morabito
1 2 3 4 5

Super Mario Bros 3 (1988 - NES)

Iniziamo immediatamente da quello che è forse stato il primo, vero gioco "innovativo" della serie Super Mario, il quale ancora oggi viene ricordato con enorme affetto da decine di migliaia di fan. Super Mario Bros 3 è un classico platform 2D nel quale il giocatore può scegliere se impersonare Mario o Luigi, ma per la prima volta vengono introdotti dei nemici e delle caratteristiche di gioco che poi verranno ampiamente sfruttate anche nei titoli successivi, diventando di fatto delle presenze fisse. Basti pensare al vestito da Tanuki, o a Categnaccio.  Da segnalare inoltre che in Super Mario Bros 3 ci si potesse spostare tra gli otto mondi di gioco non solo in maniera tradizionale, ma anche attraverso scorciatoie e passaggi segreti di vario tipo. Ciascuno di noi ha avuto quell'amico che sembrava conoscerli tutti...

Commenti (0)