Home Chi siamo Rinoceronte Rubriche Notizie Puntine Calendario AS: Card Game NSF

Un pensiero, una parola

Se potessimo condensare i nostri pensieri in un unica parola?

Qualche tempo fa, poco prima della fine del 2015, stavo facendo due chiacchiere con una signora giapponese con cui ogni tanto mi capita di parlare di linguistica e di cultura.
A lei fa piacere spiegarmi particolari della lingua giapponese e a me fa un gran piacere stare ad ascoltarla, e assorbire il più possibile per poi farne un grande tesoro.
Questa volta, oltre a come i Giapponesi passano il Capodanno seduti tutti insieme sotto la coperta del kotatsu, mangiando e guardando in tv programmi studiati apposta (non certo come il nostro Capodanno con Gigi D'Alessio che mi fa venire i brividi solo a scriverlo), mi ha elencato alcune parole che sono intraducibili in altre lingue. Come esistono un po' per tutti gli idiomi d'altronde.
Ovviamente lei mi ha fatto esempi tra giapponese e inglese perché ancora non conosce l'italiano, anche se medito di dare il mio contributo da questo punto di vista.
Tra tutte ne ho scelte due che voglio condividere con voi, soprattutto in questo periodo in cui Orgoglio Nerd si è rigenerato e ha cominciato una nuova vita tutto nuovo e scintillante, dopo aver anche compiuto i suoi quattro anni di vita.

Avrei potuto optare per quelle più evocative, per fare scena e lasciarvi a bocca aperta, e invece no, ho deciso di andare con le parole semplici che si possono usare tutti i giorni e che lasciano quel senso di calore dato dalla vita che viene vissuta, piano piano.

おつかれさま  
-Otsukaresama-
疲れる (tsukareru) significa letteralmente “stancarsi”, dopo una lunga giornata di lavoro, dopo uno sforzo fisico o emotivo particolarmente pesante, ma anche in seguito a un evento piacevole ma che ha impiegato grandi energie.
Usando おつかれさま quindi riconosciamo lo sforzo compiuto dall'altra persona, la ringraziamo per la fatica e per quello che ha fatto, perché l'ha fatto per rendere migliore un momento della vita. Ha usato tutto ciò che aveva per creare qualcosa di buono. Anche per le energie condivise per raggiungere uno scopo.

Per cui per tutti voi, per i miei compagni di Orgoglio Nerd, e per chi ha sofferto, riso, sudato e sanguinato nell'anno appena passato; per chi ha pianto, ha sperato, è rimasto deluso... per chi non ce la fa più ma va avanti comunque:

おつかれさま!





La seconda parola è un'onomatopea.
In Giappone,  nel linguaggio comune, le onomatopee sono spesso utilizzate, sono parole che fanno parte del vocabolario quotidiano. Hanno un suono davvero simpatico, qualunque sia il loro significato, e sinceramente.. le userei dalla mattina alla sera.

こつこつ
-kotsukotsu-
Passo dopo passo, ma con costanza, con tenacia, con immensa pazienza.
Andare avanti con rettitudine, seguendo i nostri sogni o piani o desideri. Ma farlo senza lasciarsi abbattere. 
E se doveste perdere la speranza, se qualcosa dovesse fermarvi o per qualche ragione non riusciate più ad andare avanti, beh fermatevi un attimo.
Riflettete con cura su ciò che veramente volete e poi rimettetevi in piedi e andate avanti.
Sempre こつこつ

Che ne dite di andare avanti con noi?

Per qualsiasi curiosità e domanda non dovete far altro che mandarmi una mail al mio indirizzo nuovo fiammante: onigiricalibro38@orgoglionerd.it

See you space cowboy!

Commenti (0)

Edizione 2015
Edizione 2014
Edizione 2013
Edizione 2012
di Monica Fumagalli

Foglie di tè

Parliamo della cerimonia Giapponese e del suo arrivo in Italia.

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Anime che un otaku dovrebbe vedere

Quali sono gli anime che un otaku dovrebbe vedere?

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Top 5: i luoghi del Giappone che non vorremmo che Godzilla distruggesse

la classifica dei luoghi del Giappone che non vorremmo che Godzilla distruggesse

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Quell'impagabile espressione

Chi di voi vorrebbe andare in Giappone?

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

2014: l'anno del Cavallo

Come molti sanno, l'astrologia giapponese, basata su quella cinese, differisce dalla nostra. Uno dei cicli su cui si basa è [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un viaggio senza ritorno nel trash giapponese

Ho sempre avuto una certa vena trash che, silenziosa, mi scorreva sottopelle. Veniva nutrita da qualche immagine ogni tanto, da [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Non si smette mai di viaggiare

Ormai sono giù passati quasi due mesi dal viaggio in Giappone di Nerd senza frontiere e Orgoglio Nerd insieme a [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Nerd Senza Frontiere 2013: non vorrai più tornare indietro

Ero in aeroporto, il 24 di settembre, e stavo aspettando l'arrivo dei partecipanti al viaggio organizzato in collaborazione con Blueberry [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

La baia dove muoiono i delfini

Io amo il Giappone. Sono cresciuta con anime e manga che mi hanno fatta ridere e commuovere, che mi hanno [...]

5 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Onigiri senza frontiere

Un giorno, quasi per caso, ti imbatti in una cultura completamente diversa dalla tua. Accade perché hai letto uno strano [...]

4 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il peso dei sogni

Oggi voglio parlare di shōjo, ma non di quelli melensi, che ti fanno cadere le ginocchia e venire il diabete [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Un luogo cui tornare

Del terremoto e del conseguente tsunami del 2011 in Giappone se ne è parlato molto e se ne è scritto [...]

1 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Non accettate caramelle dagli sconosciuti

Quando ancora non sapevo che Miike Takashi sarebbe diventato uno dei registi giapponesi che preferisco, seguendo un impulso che a [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Risposte agli Otaku: i ramen Calibro 38

Scusa per il disturbo,Monica mi chiamo Giangiacomo e volevo sapere se oltrealla ricetta per gli Onigiri Calibro 38,che spero un [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Risposte agli Otaku: Quale è il miglior Manga per cominciare?

Ciao Monica, Mi chiamo Alice e ho ventidue anni. Non mi definirei otaku al 100%, piuttosto discretamente otaku e ora a [...]

2 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Risposte agli Otaku: chi sarà l'erede di Dragon Ball?

Ciao Monica E' tipo la prima volta che scrivo una lettera in stile Top Girl! Comunque, mi chiamo Monica anche io [...]

10 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Il boss degli onigiri: la ricetta calibro 38.

Poiché svetta con arroganza nel titolo della mia rubrica ed è uno spuntino fondamentale nella dieta dei Giapponesi mi pare [...]

Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Hey sexy lady! Gangnam Style!

Prima di tutto oggi inauguriamo, non ufficialmente (ve ne accorgerete quando ne parlaremo seriamente), la pagina facebook dedicata alla mia [...]

3 Onigiri Calibro 38
di Monica Fumagalli

Alla luce dell'Orsa Maggiore

Il ventunesimo secolo è il periodo della computer grafica usata anche per fare i fazzoletti di carta e i tavoli, [...]

1 Onigiri Calibro 38
 
di Monica Fumagalli

Il kawaii non ha più confini

"Caro Babbo Natale, visto che quest'anno sono stata buona vorrei tanto che mi portassi come regalo..." Sì, lo so, sono un [...]

3 Onigiri Calibro 38
 
di Monica Fumagalli

The Beginning

So che state guardano il titolo qui sopra chiedendovi dove siete capitati e soprattutto cosa state leggendo. Questa rubrica, il cui [...]

Onigiri Calibro 38