ACCEDI | REGISTRATI | AIUTO
ilRINOCERONTE, di Daniele Daccò

I dadi tondi non sono naturali

Partiamo da ciò che è oggettivo. Un dado tondo è una sfera, non un dado, su di esso troverete tutti i numeri di un dado “normale” ma nessuno potrà mai dire che un dado tondo è un cubo.
Nessuno può dire il contrario. Sfido chiunque, chiunque di voi lettori, a dire che una sfera (non chiederò scusa per le parole forti) è un cubo. Un dado che non è un cubo non è un dado, non è normale, non è naturale, potrà “simulare” le stesse abilità di un d6, forse riuscirà perfino a dirvi quanto danno avete fatto con il vostro pugnale ma non si tratta di normalità, non lasciatevi indottrinare dalle Lobby dei dadi tondi.
Cosa recita il libro? Il sacro libro, i testi sacri (come il manuale del Dungeon Master ad esempio) recita: “chiameremo il dado a sei facce d6”.
Dado a sei facce, non sfera, non è la stessa cosa e questa è la parola scritta e tramandata nei libri sacri, solo quella è la normalità.

Non potete convincere la natura stessa dei cubi a piegarsi, ad ammettere che un dado può essere sferico, rotolare qua e là non è una cosa che un dado fa.
Molti di quelli che usano i dadi tondi ci accusano di sferofobia, avere un'idea differente ci rende sferofobi? Allora si, siamo sferofobi e ne andiamo orgogliosi!
Numerosi studi americani hanno confermato che usare dadi tondi è un disturbo mentale, per quanto andiate indietro nei testi storici non troverete mai riferimenti a dadi tondi (e non fateci l'esempio dei greci antichi, anche loro usano i d6, solo alcune menti deviate di tanto in tanto facevano uso dei dadi tondi), allora chi è normale e chi no?
È importante capire che il riconoscimento dell'utilizzo dei dadi tondi per le schede dei personaggi è in realtà solo una tappa verso l'abolizione delle schede stesse. Non a caso a sostegno di tale campagna ci sono le leader dei movimenti Sferistici radicali che negli anni 70 inneggiavano alla fine del gioco di Ruolo. 
Dopo il via all'utilizzo dei dadi tondi il passaggio successivo sarà il riconoscimento dello scambio di dadi fra giocatori. Negli Stati Uniti ci sono già molti, e influenti sostenitori di questo nuovo ordine Sferoide.



Sarà poi bello chiedere agli Sferoidi: vi ha reso soddisfatti e orgogliosi abolire le schede personaggio? Siete felici di aver tolto l'identità ai giocatori di ruolo? Piangiamo per un mondo dove Ladro e Mago diventeranno Giocatore 1 e Giocatore 2.
La normalità può essere attaccata in vari modi, ma c'è un mezzo che penetra più degli altri sino in fondo nella struttura dell'utilizzo dei d6 e che ne può far scoppiare il nucleo intimo: la rivoluzione sferoidale. Si vedrà subito la profondità delle conseguenze per l'istituto ruolistico. Ogni componente di esso inseguirà un sogno di libertà di facce (fino a chiedere d6 a venti facce, come se fosse normale) che lo separerà completamente dagli altri.
La rivoluzione sferoidale si nasconde dietro a un'apparente ricerca di libertà per opprimere i dadi a sei facce, quelli che usavamo da piccoli, quelli che usiamo ancora.
Nessuno dovrà insegnare ai miei figli che usare d6 e dadi sferici è la stessa cosa, che è giusto che si scelga alla prima sessione di ruolo invece di seguire il proprio istinto, instillare comportamenti deviati facendoli passare come normali è solo l'inizio della rivoluzione sferoidale.

Il classico tema “l'importante è che segnino il risultato” non regge, non regge quando è la morale (la stessa dei testi sacri) è messa in dubbio.
Da quando il mezzo è diventato meno importante del risultato? Io sto con pagine come “No ai Dadi Sferici in Italia” o “ Niente sfere per i miei bambini”, questi sono i nostri eroi, la gente normale che lotta per aprire gli occhi a chi si riempie la bocca di parole come “Sferofobi”.
Le manifestazioni pacifiche dei Dadi in Piedi nelle piazze italiane sono da prendere come esempio, e non i SferiPride, nidi di dissolutezza tra chi non ha ne angoli ne facce.
Allora combattete le Lobby Sferiche e non vergognatevi di sentirvi dire Sferofobi, meglio Sferofobo che deviato. Nessuno dado a sei facce sarà mai tondo.

Suona tutto idiota vero? Usate i dadi che volete.

Daniele Daccò, 21 aprile 2015, 00:01

Commenti (2)

Per poter commentare devi accedere al sito. Non sei ancora registrato su Orgoglionerd? Registrati!

Davide 04/21/2015 11:04:59
Posso dire solo una cosa: LOL.

Ci noto una leggera allegoria di qualche polemica recente in campo sociale, non so perché.
(Ed in ogni caso questa protesta rispetto all'altra ha un minimo di senso)
Rustmeth 04/21/2015 02:04:06
Meno male ho letto fino alla fine ;)... già a metà cominciava a essere irritante. Bell'articolo complimenti!
Advertisment