Home Chi siamo Rinoceronte Rubriche Notizie Puntine Calendario AS: Card Game O.N.TheRoad Calendario UglyDuckling

Le corna di Nobel

Le torbide cospirazioni dietro all'assenza del Premio per la matematica

Alfred Nobel morì nel 1895, reso molto ricco dalla sua invenzione più famosa: la dinamite. Per lui, già mentre era in vita, molti dei suoi contemporanei avevano parole di disprezzo e di condanna, con i giornali che arrivarono addirittura a definirlo “mercante di morte”. 
L’istituzione del premio internazionale che porta il suo nome doveva essere, nelle intenzioni di Nobel, il suo modo per bilanciare la sua pesante eredità e riabilitare il suo nome: nel suo testamento l’inventore dedica buona parte del suo lascito alla creazione di una fondazione che avrebbe avuto il compito di assegnare cinque diversi riconoscimenti a persone distinte in vari campi dello scibile apportando considerevoli benefici all’umanità. I cinque ambiti che Nobel sceglie sono medicina, fisica, chimica, letteratura e pace (no, l’economia non è un “vero” Premio Nobel...ma questa è un’altra storia).
Non esiste, quindi, il Premio Nobel per la matematica. Perchè? 
Attorno a questa domanda è nata una strana leggenda metropolitana: Nobel avrebbe deciso di non istituire il premio della matematica per vendicarsi della tresca amorosa intercorsa fra sua moglie e un matematico svedese, Gosta Magnus Mittag-Leffler. Sarà vero? Ci siamo messi a scavare in questa faccenda, e per amore della verità storica eccovi i risultati.
Innanzitutto, una veloce ricerca ci restituisce un dettaglio fondamentale, e cioè che Alfred Nobel non è mai stato sposato! Abbiamo però trovato delle versioni leggermente differenti di questa leggenda, che spiegano l’incongruenza sostituendo la moglie non esistente di Nobel con Sophie Hess, la sua amante, o eliminando del tutto la componente amorosa e spiegando come Nobel e Mittag-Leffler non si sopportassero in quanto concorrenti in affari. In questa versione Nobel avrebbe scelto di non istituire il Premio per la matematica solo per evitare che il rivale, uno dei più importanti matematici dell’epoca, potesse vincerlo.
Per dipanare definitivamente la questione ci vengono in aiuto proprio due matematici, gli svedesi Lars Garding e Lars Hormander, che pubblicarono un articolo in un numero del 1985 della rivista The Mathematical Intelligencer. Qui, oltre a sottolineare la totale inesistenza di una documentata trama sentimentale, i due notano come in realtà Nobel e Mittag-Leffler non avessero praticamente avuto alcun rapporto, né di rivali in amore, né di concorrenti in affari, nè di alcun altro genere: Nobel lasciò la Svezia nel 1865, quando Mittag-Leffler era ancora uno studente, e per quanto ne sappiamo le loro strade non si incrociarono mai. Inoltre la Svezia già possedeva un suo premio per la matematica, istituito dal re Oscar II proprio su suggerimento di Mittag-Leffler.
E quindi? Come mai non esiste il Premio Nobel per la matematica? Garding e Hormander propongono una spiegazione estremamente asciutta, ed altrettanto realistica: i cinque ambiti scelti da Nobel sono tutti molto vicini agli interessi personali o professionali della sua vita. Nobel era un chimico, conosceva molto bene la fisica, aveva un’estesa cultura letteraria e il senso stesso del premio che voleva istituire si poggiava sull’idea della pace e della cooperazione internazionale per il miglioramento e la preservazione della vita umana. La matematica, molto semplicemente, non rientrava fra i suoi interessi, e probabilmente Nobel non riteneva i matematici in grado di “apportare considerevoli benefici all’umanità”. 
Piuttosto banale, vero? La morale della storia è altrettanto semplice: le spiegazioni proposte dalle leggende metropolitane sono divertenti, appassionanti, romantiche... noi, però, preferiamo le spiegazioni che siano prima di tutto vere!

Per condire questa piccola indagine su una delle tante curiosità che girano attorno alle figure leggendarie del mondo della scienza, che pubblichiamo a pochi giorni dall'anniversario della morte di Nobel, abbiamo chiesto aiuto al poliedrico Giuliano Piccininno, che ci ha omaggiati di questa splendida tavola che alleghiamo.



Testi di Gabriele Bianchi (OrgoglioNerd)

Vignetta di Giuliano Piccininno


Commenti (0)

Edizione 2017
Edizione 2016
Edizione 2015
di Jacopo Peretti Cucchi

Scienza a fumetti per la vostra estate

Perché scienza e divulgazione non vanno mai in vacanza

1 Comics&Science
di Redazione

Il Segreto di Babbage, ecco Peddes!

Dopo Castelli e Gadducci intervistiamo Gabriele Peddes, l'artista dietro all'ultimo numero di Comics&Science!

1 Comics&Science
di Redazione

Il Segreto di Babbage, doppia intervista!

Intervistiamo Alfredo Castelli e Fabio Gadducci per l'uscita del nuovo Comics&Science!

1 Comics&Science
di Redazione

Mass Effect, l'ESA e l'importanza dell'esplorazione spaziale

Nel giorno dell'uscita di ME Andromeda parliamo dei tagli alla NASA e dell'importanza di esplorare lo spazio

2 Comics&Science
di Giada Rossi

Intervista ad Amedeo Balbi: cos'è la vita nell'universo? (2/2)

L'astrofisico e divulgatore ci parla dell'annuncio della NASA

2 Comics&Science
di Giada Rossi

Intervista ad Amedeo Balbi: cos'è la vita nell'universo? (1/2)

L'astrofisico e divulgatore ci parla dell'annuncio della NASA

2 Comics&Science
di Redazione

Top 5 opere di divulgazione scientifica del 2016

I nostri lavori preferiti dell'anno appena trascorso!

1 Comics&Science
di Jacopo Peretti Cucchi

Andate direttamente là

Tanto qui le pizzette stanno già finendo

4 Comics&Science
di Redazione

Top +1 Mete per il Turismo Scientifico

Per la Giornata Internazionale del Turismo eccovi le nostre mete scientifiche preferite!

2 Comics&Science
di Redazione

Tesla Pop: la nostra classifica

Festeggiamo i 160 dalla nascita di Nikola Tesla ricordando le sue comparsate per il grande pubblico!

2 1 Comics&Science
di Redazione

Graphic News: il giornalismo fatto a fumetti

Abbiamo intervistato Pietro Scarnera, uno degli ideatori del sito Graphic News

1 Comics&Science
di Redazione

L'avventurosa storia del Palinsesto di Archimede

Un'opera di Archimede creduta perduta. Un antico testo che scompare dalla circolazione e ricompare anni dopo dall'altra parte del mondo. [...]

3 Comics&Science
di Redazione

Il Darwin Day del giorno

Oggi è il 12 febbraio e omaggiamo il buon Charles

1 Comics&Science
di Redazione

Ada Lovelace: l'Incantatrice dei numeri

Oggi è una ricorrenza importante nel mondo della scienza e della tecnologia

1 Comics&Science
di Redazione

L'Endurance: una storia di eroi

A 100 anni dall'inabissamento, parliamo di eroi, di Shackleton.

1 Comics&Science
di Redazione

Albert&Me: Tuono Pettinato esordisce su Le Scienze

Una quadrupla intervista per un evento editoriale storico

Comics&Science
di Redazione

Maurizio Wurtz: il linguaggio del Mare

Artescienza al Festival della Comunicazione di Camogli

1 Comics&Science
di Redazione

Il genio di Ettore Majorana

Ettore Majorana era uno di questi. Lo conoscete?

Comics&Science
di Redazione

ZIP: le dieci cerniere lampo più famose

Top Ten delle Zip più famose di sempre!

Comics&Science
di Redazione

Will Eisner e la biologia del pregiudizio

Perché nonostante le prove molti credono ancora in menzogne?

1 Comics&Science
di Redazione

Il Pi greco del secolo

Festeggiamo una giornata matematicamente irripetibile!

1 Comics&Science
di Redazione

Comics&Science: la Scienza raccontata

Parliamo dell'importanza dell'approccio scientifico. Nei fumetti, nella vita e in tutto quanto.

1 1 Comics&Science