Home Chi siamo Rinoceronte Rubriche Notizie Puntine Calendario AS: Card Game O.N.TheRoad Calendario UglyDuckling

Speciale Halloween: i 5 (+1) migliori villain di Leone il Cane Fifone

Film horror? E chi ne ha bisogno, ci basta Leone. Buon Halloween!

Ogni tanto fa bene rispolverare i propri incubi infantili. Proprio per questo, qualche settimana fa su Dunge-ON vi ho chiesto quali, secondo voi, fossero i cattivi più spaventosi comparsi in Leone il Cane Fifone, una delle punte di diamante del Cartoon Network old school. Quali vi (ci) avessero causato più incubi, e perché. Ne è uscito un bel confronto, quindi perché non approfondire la questione in una top dedicata? E quale occasione migliore, se non uno special per Halloween?
Ecco quindi quelli che sono i cinque (più uno) villain di Leone il Cane Fifone che ci hanno tolto il sonno per più di qualche notte.
Attenzione. Sicuramente qualcuno di quelli che più vi hanno terrorizzato non è stato inserito. I cattivoni tra cui scegliere erano veramente tanti, e spesso la paura è soggettiva. Quello che colpisce una persona può non colpire qualcun altro. È normale. La sezione commenti è per voi: scatenatevi.
1 2 3 4 5 6

Il Fantasma del Plenilunio (The Spirit of the Harvest Moon)

Okay, alzi la mano chi da bambino non è rimasto pietrificato dalla paura alla vista di questo capoccione bianco. La cosa più impressionante del Fantasma del Plenilunio è proprio il suo aspetto: si tratta infatti di una testa vera di un attore vero: Peter Fernandez, il quale, tra le altre cose, doppiava svariati personaggi minori. L'effetto, nel complesso dello stile grafico del cartoon, era particolarmente straniante e ansiogeno. In realtà non è un cattivo nel vero senso del termine: vuole punire Marilù e Giustino (in particolare quest'ultimo) per non aver rispettato le terre che circondano la loro fattoria. Tuttavia, gli dà la possibilità di rimediare. Ciò non toglie che il testone luminoso con gli occhi neri e le campane a morto che iniziavano a suonare ad un certo punto dell'episodio facevano decisamente il proprio lavoro.

Commenti (0)