Home Chi siamo Rinoceronte Rubriche Notizie Puntine Calendario AS: Card Game O.N.TheRoad Calendario UglyDuckling

Bill Nye Saves the world (again)

Il ritorno del divulgatore scientifico che dona conoscenza e intrattenimento al pubblico

Se si miscelano scienza, bufale e luoghi comuni da sfatare, esperti pronti a confrontarsi e, ovviamente, un pizzico di divertimento, si otterrà uno show che vuole promuovere la cultura e intrattenere allo stesso tempo. Esistono però già molti programmi americani che tentano (con più o meno successo) di iffondere la cultura senza dimenticare l'intrattenimento, come Affari di Famiglia, Mythbusters.
Ecco dunque l'ingrediente principale che fa funzionare e rendere unico questo show, ossia Bill Nye, tornato alla carica come protagonista indiscusso del nuovo programma Bill Nye Saves the World. 

Spieghiamo per il pubblico più giovane chi è Bill Nye e perché i suoi programmi hanno tanto successo in America. Prima di tutto, Bill Nye è un ingegnere meccanico ed un famoso divulgatore scientifico americano dalla parlantina loquace che ha ispirato molti giovani allo studio della scienza in generale e al mondo ingegneristico. 
Conduce Bill Nye the Science Guy (1993-1998), show poco conosciuto in Italia ma che ha vinto ben 19 Emmy Awards; da lì in poi la sua carriera di divulgatore ha preso il volo. Ha scritto molti testi divulgativiscientifici, è stato ospite in scuole, trasmissioni televisive, eventi e convention scientifiche. Insomma Bill Nye è riuscito a trasmettere la sua passione per la scienza a chi ne era digiuno e aveva voglia di conoscenza. 

Bill Nye Saves the World è uno show che vuole essere audace, dove fonde la scienza, la politica (perché sì, si parlerà anche di scelte politiche sbagliate sull'investimento nella cultura) e il divertimento per il "bene dell'umanità e salvare il mondo". Nel programma si faranno chiarimenti su luoghi comuni, si sfateranno miti e affermazioni anti-scientifiche, si dissiperanno i dubbi degli spettatori su problematiche attuali.
Ma che argomenti affronta il nostro conduttore? Giusto per fare un esempio, il primo episodio comincia con un argomento tanto amato da Bill, ossia il problema del surriscaldamento e dei cambiamenti climatici causati dall'incoscienza dell'uomo. Si affrontano tematiche attuali di questo millennio, come il funzionamento (o meno) della medicina alternativa e complementare, la paura degli OMG e delle IA, la gamma sulla sessualità e tanto altro ancora. 



Il format del programma è il medesimo per ogni puntata.
Nel primo episodio Bill ci presenta i suoi inviati speciali, che viaggiano per il mondo per mostrare esperimenti e invenzioni, per intervistare i passanti e comprendere le loro conoscenze sull'argomento dell'episodio, per far conoscere una realtà che lo spettatore nemmeno immaginava. In ogni episodio, dunque, vi è un filmato con uno dei suddetti inviati che viene mostrato al pubblico per approfondire l'argomento. E gli argomenti sono i più vari: un computer capace di riprodurre capolavori del '700, una diga che si innalza non appena la marea sta salendo o ancora lo studio di un medico "alternativo". Viene mostrato dunque un punto di vista che serve per ampliare l'argomento prima del dibattito con gli esperti.
Quindi Bill apre un dibattito con tre professionisti, esperti validi del settore: giornalisti, studiosi, professori universitari, industriali e altro ancora. Spesso i pareri sono discordanti, come nell'episodio sulla medicina alternativa, dove i tre esperti sono in disaccordo su alcune terapie. Ad esempio quella del suono, che per certi è efficace per la psicologia dei pazienti e viene vista come complementare alla medicina tradizionale, mentre per altri è totalmente inutile e senza fondamento.

Nel corso di ogni episodio apparirà sempre un ospite speciale, conosciuto nella cultura pop americana, che per qualche minuto dedicherà il suo tempo a Bill per dire la sua o semplicemente per fare da cavia o assistente agli esperimenti del conduttore.
Possiamo ridere alle battute pungenti di Will Wheaton e Zach Braff, assistiamo la partecipazione (a volte un po' goffa) agli esperimenti di Steve Aoki, l'invasione di Alton Brown in studio. Senza dimenticare degli altri invitati famosi come Donald Faison, Tim Gunn e Joel McHale, giusto per nominarne qualcuno.

Netflix ha voluto puntare su un nuovo prodotto che dona intrattenimento e cultura allo stesso tempo, utilizzando però un elemento "sicuro" che gli avrebbe garantito il successo sperato. Per gli americani più grandicelli lo show emette nostalgia da tutti i pori, mentre per i giovani è un nuovo modo per imparare qualcosa senza annoiarsi. Probabilmente un programma del genere con un altro conduttore avrebbe avuto un impatto differente e non avrebbe funzionato nella stessa maniera. Lo show funziona perché c'è Bill Nye, la scienza diventa la coprotagonista dello show.

Recentemente Bill Nye stesso ha annunciato il rinnovo per la seconda stagione sul suo profilo Twitter. La seguirete?




Commenti (0)