ACCEDI | REGISTRATI | AIUTO

Recensione

Saiyukiden: lo scimmiotto che sfidò gli dèi

Il Saiyuki rinarrato in chiave epica.

Il Saiyuki ormai anche in Italia è un'opera molto conosciuta. Ovviamente Dragon Ball, che si è ispirato molto liberamente all’opera, è il primo prodotto che lo cita che viene in mente, ma molti ricordano sicuramente anche Saiyuki di Kazuya Minekura che riprende la storia originale, almeno il concetto di un viaggio verso Occidente, che poi è proprio il significato del titolo. Oltre a queste due sono ancora tantissime le storie ispirate a questo classico della letteratura antica cinese, ormai divenuta un classico anche in Giappone. J-pop porta in Italia un nuovo fumetto basato sulla leggenda cinese. Dall’autore Katsuya Terada arriva Saiyukiden, un modo nuovo e originale di rivivere il classico.

La storia che andiamo ad analizzare in Saiyukiden, la sappiamo già. Goku, lo scimmiotto nato dalla pietra, dopo essere stato rinchiuso per 500 anni sulla montagna dei Cinque Elementi per aver osato sfidare le divinità, viene liberato da Genzo Sanzo, un monaco dal grande potere spirituale. Insieme a Cho Hakkai, il maiale, e Sha Gojo inizieranno un viaggio per sconfiggere demoni e dèi verso l’Occidente. La particolarità di questo manga è nel metodo di narrazione e nei suoi personaggi. Infatti la storia non prosegue linearmente, ma ogni capitolo è una "parabola" a sé stante a volte anche autoconclusiva in cui vediamo Goku pestare in modo molto violento il demone di turno.
Pian piano fra questi capitoli emerge il passato di Goku e compagnia, così assistiamo alle storie di come il gruppo si è conosciuto o veniamo a sapere della ribellione della potente scimmia che tentò di uccidere niente di meno che il Buddha, il creatore dell’universo. Lo stile della narrazione è molto poetico. Spesso i capitoli si chiudono con un haiku, un particolare stile di poesia giapponese. La cosa che però ci ha più colpito è che, invece di leggere l’ennesimo fumetto legato al Saiyuki, qui abbiamo una vera e propria narrazione epica, come se stessimo vivendo le avventure di Ercole a fumetti. Le violente battaglie combattute dal gruppo dei protagonisti, per cui l’autore non si fa scrupoli a usare immagini crude, quasi splatter, sono tutte disegnate con grande maestria, rendendo proprio l’idea di cruente battaglie fra esseri dalla potenza divina.

I personaggi poi sono tutti modellati splendidamente. Goku la fa da signore con la sua smisurata voglia di libertà che lo condurrà a una guerra contro tutti gli dèi, nonostante il creatore dell’universo, Buddha, faccia di tutto per ostacolarlo mandandogli contro ogni genere di nemici.
Anche qui Goku ha sia il bastone magico sia la nuvola d’oro come da tradizione classica, solamente adattati al brutale mondo rappresentato in questo manga. Il bastone è un demone donna, ha la capacità oltre di allungarsi anche di espandersi e cambiare forma in una lama. La nuvola invece è rappresentata da una creatura mostruosa simile a una razza. Sanzo è rappresentato curiosamente da una donna, o meglio, come monaco vero e proprio compare poco, sarà infatti trasformato in embrione e introdotto dentro una donna che farà da contenitore.
Hakkai è un maiale codardo e stupido che segue svogliatamente gli ordini di Goku e lo teme per la sua grande forza. Gojo all’inizio compare come un nemico mostruoso la cui testa, una volta sconfitto da Goku, verrà trascinata dallo stesso scimiotto, sarà lui a commentare le situazioni affrontate dal "party".

Il disegno di Katsuya Terada è epico, preciso e dettagliato. Alcune tavole vi sembreranno quadri. L’autore è conosciuto anche come Character Design del film Blood: The Last Vampire, inoltre ha collaborato ad alcuni fumetti americani come Iron Man ed Hellboy, infatti notiamo uno stile in questo manga che si avvicina molto alle Graphic Novel, specialmente per il fatto che le pagine sono tutte a colori. Infine l’edizione J-pop è perfetta. La casa editrice milanese ci ha sempre abituati a edizioni di gran lunga superiori alla concorrenza, ma qui il lavoro è ancora migliore. Con sovraccoperta e qualità della carta di alto livello, i 9.90 euro dell’edizione sono veramente onesti, considerando che il fumetto è tutto a colori. Per chiunque voglia leggere una versione a fumetti del Saiyuki diversa dal solito o anche solo leggere una storia epica appassionante questo manga fa per voi.

Lo consigliamo anche agli amanti dei comics americani dato che potrete ammirare il particolare stile dell’autore fra fumetto americano e giapponese, ma in generale è consigliato a qualsiasi amante del bel fumetto.

29 luglio 2012, 07:00

Commenti (0)

Per poter commentare devi accedere al sito. Non sei ancora registrato su Orgoglionerd? Registrati!

Advertisment